Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Astensione dei docenti dallo svolgimento degli esami

Il Movimento per la Dignità della Docenza Universitaria ha proclamato l’astensione dallo svolgimento degli esami di profitto nelle Università italiane durante il periodo compreso tra il 1° giugno e il 31 luglio 2018.

Le motivazioni alla base dello sciopero sono illustrate in un’apposita pagina web (https://sites.google.com/site/controbloccoscatti/home/sciopero-giugno-luglio-2018), che riporta anche i dettagli relativi alle modalità dell’astensione, dichiarata legittima dalla Commissione di Garanzia.
In sintesi, i docenti che intendono aderire allo sciopero si asterranno dallo svolgere gli esami di profitto del primo appello compreso all’interno del periodo indicato; tale appello non verrà recuperato. Gli appelli successivi sono invece garantiti e si svolgeranno regolarmente. Non è legale per i docenti aderire allo sciopero ma svolgere ugualmente gli esami, per poi verbalizzarne l’esito in uno degli appelli successivi.

Si ricorda che i docenti non sono tenuti a comunicare preventivamente la loro adesione allo sciopero. È dunque lecito per gli studenti chiedere ai docenti quali siano le loro intenzioni in merito allo sciopero, ma è altrettanto legittimo per i docenti decidere anche all’ultimo momento se aderire o no all’astensione, e dunque riservarsi di non comunicare nulla in anticipo. Si invitano gli studenti a non basarsi su liste e tabelle che circolano in rete: a volte si tratta addirittura di elenchi relativi al precedente sciopero, e in ogni caso le liste riportano soltanto i nominativi di coloro che hanno firmato a sostegno delle ragioni dell’astensione, che potrebbero però decidere di non scioperare. Per contro, potrebbero astenersi dagli esami anche coloro che non hanno firmato i documenti citati.

Come previsto dalle modalità dello sciopero, al fine di ridurre i disagi per alcune categorie di studenti (laureandi, studentesse in gravidanza, studenti con particolari problemi di salute, studenti Erasmus che devono rientrare nel proprio Paese), i docenti si renderanno disponibili a tenere un appello straordinario ad hoc in un giorno successivo a quello dello sciopero e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero stesso. La Segreteria adotterà la necessaria flessibilità in merito a scadenze e termini utili per concludere gli esami.

29 maggio 2018
Torna ad inizio pagina