Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Shakespeare e la legge. Romeo & Giulietta: innocenti o colpevoli?

r&j

Sabato sera, 1 dicembre, alle ore 18:30, (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria*) saranno presentati nel nuovo Teatro Beccaria Puntozero all’interno dell’Istituto Penitenziario Minorile Cesare Beccaria di Milano, i risultati del laboratorio “Shakespeare e la legge. Romeo & Giulietta: innocenti o colpevoli?” organizzato da Mariacristina Cavecchi e Margaret Rose dell’Università degli Studi di Milano con Giuseppe Scutellà (Puntozero).

In programma un processo a Romeo Montecchi, che viene giudicato in un’aula di tribunale per l’omicidio di Tebaldo.
Oltre al processo, la premiazione e messa in scena del testo vincitore della quarta edizione del concorso “Scrivere per il teatro” promosso dalla cattedra di Storia del teatro inglese, che ha invitato gli studenti universitari a scrivere un breve testo teatrale che prendesse spunto dalla tragedia Romeo and Juliet di William Shakespeare per riflettere sui temi della giustizia, della colpa e del perdono. Il testo è stato selezionato dall’attrice e regista Tiziana Bergamaschi (Teatri Possibili, Milano) e Giuseppe Scutellà (Puntozero Teatro). Padrino dell’evento sarà Don Gino Rigoldi, lo storico cappellano del Beccaria.

Dopo il workshop condotto dal rapper inglese Akala della Hip Hop Shakespeare Company, la compagnia patrocinata da Sir Ian McKellen che contagia di febbre shakespeariana i giovani delle periferie disagiate con il suo rap, e quello che l’anno scorso ha visto la collaborazione di Lella Costa, attrice e autrice che con Shakespeare si è cimentata più di una volta, l’Università Statale collabora con Puntozero a un nuovo progetto che si propone di abbattere le barriere tra chi è dentro e chi è fuori. L’artista di fama internazionale Peter McCaughey, curatore del padiglione scozzese alla Biennale Architettura di Venezia 2018, The Happenstance, ha contribuito ai lavori di questa edizione.

Accomunati dal desiderio di recitare, combattere il pregiudizio e facilitare l’accettazione, la convivenza e il dialogo, i ragazzi di Puntozero, una compagnia mista composta di detenuti e non,
e un gruppo di studenti della Statale ci guideranno nei meandri della giustizia minorile, una materia di cui tutti noi sappiamo ancora troppo poco.
Si tratta di un progetto unico in Italia di un laboratorio teatrale in un istituto di pena inserito all’interno del curriculum scolastico.
L’evento sarà l’occasione per una raccolta fondi per il completamento della messa a norma del Teatro Beccaria Puntozero.

 

*Iscrizione tramite form al link http://www.puntozeroteatro.org/sognare_scrivere_recitare/

06 novembre 2018
Torna ad inizio pagina