Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Didattica  

Il Dipartimento di Lingue e letterature straniere è referente principale per il corso di laurea triennale in Lingue e letterature straniere e di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee.

Corso di laurea triennale in Lingue e letterature straniere

Il corso di laurea in Lingue e Letterature straniere, che prevede un unico curriculum, assicura ai suoi laureati un insieme di competenze teorico-scientifiche fondamentali accompagnate e sostenute da ampie competenze pratiche di alto livello relative alla sfera delle lingue e delle letterature straniere.

Il Corso di laurea triennale propone allo studente lo studio, per un triennio, di due lingue e delle due corrispondenti letterature. A queste, si affiancano alcuni insegnamenti di cultura generale (letteratura italiana, storia e geografia) e di cultura linguistica specialistica, quali la glottologia o la filologia.

La scelta delle Lingue si può effettuare fra: francese, inglese, polacco, portoghese, russo, lingue scandinave (scegliendo tra danese, norvegese e svedese), spagnolo e tedesco, a cui corrispondono gli insegnamenti delle relative Letterature: Letteratura francese, Letteratura inglese, Letteratura polacca, Letteratura portoghese, Letteratura russa, Letterature scandinave, Letteratura spagnola, Letterature ispanoamericane, Letteratura tedesca.

La preparazione del laureato in Lingue è completata da insegnamenti volti ad approfondire particolari aree degli studi linguistici o degli studi letterari.

Grazie all’attenzione che il corso di laurea accorda alle discipline linguistiche, sia teoriche che pratiche, il laureato in Lingue e letterature straniere possiederà competenze immediatamente spendibili in tutti quei campi del mondo del lavoro e della professione che richiedono un'alta padronanza (orale e scritta) delle lingue straniere, accompagnata da una solida formazione di base umanistico-letteraria di matrice internazionale.

Corso di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee

La laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee si propone come occasione di approfondimento e di specializzazione nel campo delle lingue, delle scienze linguistiche e delle letterature europee ed extraeuropee. Nucleo essenziale della formazione di livello magistrale sono insegnamenti di lingua e di letteratura, in cui lo studente può scegliere se proseguire con entrambe le lingue studiate nel suo percorso tiennale o concentrarsi su una sola di esse.

Lo studente potrà definire il suo piano di studi con un margine relativamente ampio di libertà. Potrà orientare la sua formazione all’interno di tre ampi settori di studio: Studi linguistici, Studi letterari, Studi traduttologici. Allo stesso modo, il percorso di studi scelto dallo studente dovrà naturalmente confluire nella scelta dell’argomento della tesi di laurea magistrale che necessariamente si appoggerà sugli studi condotti nel biennio

Il livello di conoscenze e competenze raggiunto permetterà ai laureati magistrali in Lingue e letterature europee ed extraeuropee di esercitare un’attività, anche con funzioni di elevata responsabilità, nei vari comparti ove sia richiesta un'ottima padronanza delle lingue straniere, accompagnata e sostenuta da un’approfondita cultura umanistica ed anche in qualità di traduttori.

Il Dipartimento di Lingue è inoltre referente associato per tutti i corsi di laurea dei Dipartimenti che fanno capo alla Facoltà di Studi Umanistici e alla Scuola di Scienze della Mediazione linguistica e culturale.

 

Il Dipartimento si occupa anche delle attività didattico-formative previste nell’ambito dei corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA), nell’attuale configurazione e in quelle future eventualmente affini. Si impegna anche nella formazione dottorale — sia dal punto di vista organizzativo che attraverso l’impegno di propri docenti per lo svolgimento delle attività didattiche ad essa correlate —, nonché nella formazione permanente e continua, sia dal punto di vista organizzativo che attraverso l’impegno di propri docenti per lo svolgimento delle attività didattiche.

Torna ad inizio pagina