Logo Università degli Studi di Milano



 
 

FIT - Formazione Insegnanti  

• Formazione e reclutamento dei futuri docenti (percorso FIT)

Il Decreto Legislativo n. 59 del 13 aprile 2017 ("Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria") ha istituito un sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado, che sostituisce i precedenti corsi TFA e PAS, non più attivati. Il nuovo percorso di formazione dei futuri docenti, di impianto e concezione del tutto diverse dal passato, è denominato sinteticamente FIT (Formazione Iniziale e Tirocinio), e prevede questi passaggi:

1) Ottenimento di una Laurea Magistrale - NOTA BENE: oltre al titolo, è necessario acquisire dei CFU specifici richiesti dalla classe di abilitazione a cui si è interessati;

2) Concorso con numero di posti programmato dal Ministero per ogni classe di abilitazione;

3) Percorso FIT, di durata triennale, retribuito dal Ministero.

 

• Nuova disciplina delle classi di concorso

Con il DPR n. 19 del 14 febbraio 2016, cui si sono aggiunte le integrazioni del DM 219/2017, si sono determinate le nuove classi di concorso e sono state aggiornate le richieste di crediti nei vari settori scientifico-disciplinari (SSD). Il Corso di Laurea Magistrale C73 in Lingue e letterature europee ed extraeuropee, che rientra nella classe LM 37, consente di accedere, purché in possesso di alcuni crediti accumulati durante il proprio percorso formativo, alle seguenti classi di abilitazione e alle corrispondenti materie di insegnamento:

 Classe di abilitazione Materie di insegnamento
 A­24 (a)

 Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado

 Alle Superiori si potrà insegnare:

 "Lingua e cultura straniera" (delle varie lingue, unitamente alle relative letterature) nei  seguenti indirizzi di studio:
 - Liceo Artistico, Classico, Linguistico, Musicale e Coreutico, Scientifico, delle Scienze Umane, Sportivo

 "Lingua straniera" (le varie lingue) nei seguenti indirizzi di studio:
 - Istituto Tecnico
 - Istituto Professionale

 A­25 (a)

 Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado 

 In sostanza, alle Medie si potrà insegnare:

 "Lingua inglese"

 "Seconda lingua comunitaria"

 

Con il titolo di Laurea Magistrale della classe LM 37 si può accedere anche ad altre classi di concorso, che prevedono l’insegnamento di varie materie nelle scuole di lingua slovena, tedesca o ladina in alcune Regioni. L’elenco completo delle classi di concorso aperte alla LM 37 è consultabile nel DPR 19/2016.

 

• CFU necessari per l'accesso al FIT

La normativa vigente, integrata dal recente DM n. 616/2017, indica nel dettaglio i CFU che sono da considerare requisiti necessari per potersi presentare alle selezioni per l’accesso al percorso FIT.

Per i Laureati Magistrali della classe LM 37 tali requisiti sono:

 CFU minimi Discipline o SSD Note
36 Lingua per la quale si vuole concorrere Corso almeno triennale
24 Letteratura relativa a tale lingua Corso almeno biennale

12
(per i laureati entro l’A.A. 2018-19)

oppure

18
(per i laureati dall’A.A. 2019-20)

 Nei settori L-LIN/01 (Glottologia e linguistica)

 e L-LIN/02 (Didattica delle lingue moderne)
 Non occorre che siano coperti entrambi i settori
24 In almeno tre dei quattro seguenti ambiti disciplinari:
 1) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;
 2) psicologia:
 3) antropologia;
 4) metodologie e tecnologie didattiche

 Con un minimo di 6 CFU per ogni ambito coperto. Esempio di distribuzione:

 6 CFU in Fondamenti di psicologia
 6 CFU in Antropologia
 6 CFU in Didattica della lingua X
 6 CFU in Didattica della lingua Y

 

Si ricorda che possono essere conteggiati i seguenti CFU:

- curricolari (inseriti nel piano di studi della Laurea Triennale e della Laurea Magistrale);
- aggiuntivi (inseriti in aggiunta rispetto al proprio piano di studi Triennale o Magistrale);
- extracurricolari (conseguiti da chi è già laureato, mediante corsi singoli sostenuti in qualsiasi università)

Possono essere conteggiati anche CFU già conseguiti mediante la frequenza di Master universitari di I e II livello, Dottorati di ricerca e Scuole di specializzazione, purché coerenti con gli obiettivi formativi previsti.

Se si è interessati ad accedere al percorso FIT, si raccomanda di porre la massima attenzione nella stesura del proprio piano di studi, al fine di rispettare i requisiti richiesti e non ritrovarsi privi dei CFU necessari per sostenere le selezioni e intraprendere la carriera nell’insegnamento secondario.

Torna ad inizio pagina