Logo Università degli Studi di Milano



 
 

AQ della ricerca  

Aspetti generali e di sistema

Referente di Dipartimento per la Assicurazione di Qualità (AQ) della Ricerca è il Prof. Marco Castellari, che coordina anche la relativa Commissione ricerca.

In aderenza a quanto riportato nel Primo report dopo le visite ai Dipartimenti. L’Ateneo e una politica partecipata e responsabile della Qualità, i processi di AQ relativi alla ricerca d'ateneo, condivisi con tutti gli attori in gioco e coordinati dal Presidio di Qualità di Ateneo, riguardano principalmente a) il monitoraggio della produzione scientifica dei professori e dei ricercatori ai vari livelli; b) la promozione e il coordinamento di attività di valutazione interna ed esterna, la cui analisi permetta di mettere in atto strategie di miglioramento continuo.

Rispetto a tale quadro generale e nella contezza del Piano strategico di Ateneo, il referente AQ della ricerca a livello locale si occupa principalmente di dare diffusione ai principi della cultura della qualità promossi dal PQA e dalle indicazioni da esso emanate, di monitorare i processi di miglioramento della qualità della ricerca (autovalutazione, valutazione, distribuzione delle risorse relativamente alla ricerca), di contribuire fattivamente alla realizzazione del materiale documentale (ad es. Schede SUA-RD, rapporti di riesame sui Piani triennali di Dipartimento, comunicazioni col PQA).

Gli attori principali con i quali il Referente AQ per la ricerca del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere si confronta a livello locale sono il Direttore; la Giunta e la Commissione ricerca; gli altri referenti AQ.

 

Cronistoria delle principali attività recenti volte ad assicurare la qualità dei processi relativi alla ricerca

- Analisi dei risultati della VQR 2011-14

Si è proceduto a considerare i risultati della ultima VQR e a pesarli rispetto alle policies interne relative alla ricerca. In virtù di due principali fattori, tali risultati sono apparsi in parte significativi e hanno portato a tenerne conto in maniera parziale. A fronte di un posizionamento medio-basso nella graduatoria di area 10 del Dipartimento (110/167) e basso con riferimento a Dipartimenti di pari dimensione della propria classe (30/35), si sono esaminati gli indicatori R e X  (sotto media nazionale) e si è proceduto a verificare come dettagliare il dato e a tenere in massima considerazione tale risultato, poco soddisfacente. Da ciò derivano alcuni degli interventi e delle proposte di seguito dettagliate. Sono qui d'altronde emersi anche i due fattori di cui sopra: la grande varietà di SSD del Dipartimento, anche rappresentati da poche unità-docente, rende il risultato complessivo e finanche quello dei macro-settori poco significativo perché opaco rispetto a realtà in cui un piccolo gruppo di ricerca produce risultati eccellenti, non intercettati dal risultato VQR sul Dipartimento. Per soprannumero, e questo è il secondo fattore, la tornata VQR è stata notoriamente influenzata validità dei suoi risultati dall'astensione di parte del corpo docente.

- Primo vaglio della attività di ricerca esplicata in pubblicazioni e altri prodotti archiviabili su AIR al fine di individuare le caratteristiche generali, i punti di forza e gli aspetti passibili di miglioramento ai fini di elaborare la proposta di cui sotto.

- Individuazione di singole criticità (situazioni di inattività, casi di autoreferenzialità, diffusione solo parziale dei risultati di ricerca fuori dal contesto italiano).

- Proposta di inserire nel Piano Triennale del Dipartimento 2018-20, alla cui stesura e condivisione con i vari membri del Dipartimento si è collaborato, alcuni obiettivi su scala triennale specificamente relativi al miglioramento della qualità della ricerca (anche con riferimento alla criticità sopra individuate) ed elaborati in armonia con il Piano strategico di Ateneo -- obiettivi qui sintetizzabili come:

   -- Aumento del numero riviste in regime di open access curate da membri del Dipartimento e dei prodotti in open access archiviati su AIR/IRIS, anche grazie a una buona pratica di finanziamento premiale

   -- Incremento del carattere internazionale, a vari livelli, delle pubblicazioni dei membri del Dipartimento

   -- Adesione al programma Open Science

   -- Studio di una gestione ed implementazione delle forze del Dipartimento al fine di 1) dotare la struttura di una figura tecnico-scientifica di sostegno nella elaborazione di progetti competitivi internazionali e 2) rendere più agevole la mobilità internazionale dei docenti, l'attività di ricerca all'estero e il consolidamento della partecipazione alle relative reti internazionali, aspetti tutti fondamentali per la missione del Dipartimento.

- Proposta al Dipartimento di istituire una Commissione ricerca, con l'obiettivo di: a) Definire strategie per il triennio; b) Introdurre procedure di valutazione a cadenza annuale; c) Definire e pubblicizzare i criteri per assegnare le risorse dipartimentali per la ricerca (Commissione attivata nell'autunno 2018)

- Proposta alla Commissione ricerca di elaborare criteri di maggiore efficacia nella distribuzione dei fondi di ricerca cd. "Linea 2" (proposta vagliata, approvata e applicata dal Consiglio di Dipartimento nel maggio 2019)

- Riesame del Piano Triennale del Dipartimento con riferimento all'anno 2018 (per l'esattezza ai quattro mesi di quell'anno su cui il Piano Triennale ha potuto avere efficacia) e realizzazione del relativo documento per il PQA. Discussione con gli altri attori coinvolti del giudizio del PAQ sul documento di riesame ed elaborazione di pratiche atte a implementarne i suggerimenti ance in vista del prossimo Piano.

- Proposta alla Commissione ricerca di elaborare una scheda di raccolta relativa a quelle attività di ricerca che non sono al momento intercettate dal sistema AIR e che si ritengono comunque degne di considerazioni ai vari fini della autovalutazione della ricerca (vd. relativi verbali, la raccolta dati è in corso)

- Messa in atto di pratiche di condivisione e comunicazione dei vari ambiti di ricerca nei quali il Dipartimento è attivo

   -- ciò riguarda sia il livello di comunicazione interna (specifici punti all'o.d.g. del Consiglio di Dipartimento), sia con l'ateneo e altre realtà accademico-scientifiche (lavoro sul sito del Dipartimento con la creazione di appositi spazi per documenti, progetti, riviste e collane, CRC etc.).

 

Documenti 

- SUA-RD (Scheda unica annuale della ricerca dipartimentale)

La SUA-RD è la procedura prevista nell'ambito del sistema A.V.A. (Autovalutazione, Valutazione periodica, Accreditamento), che mira a misurare e assicurare la qualità e l'efficacia delle attività di ricerca e di terza missione delle università. In attesa della richiesta di sistema di una nuova scheda SUA-RD, si rimanda qui alle ultime versioni presentate e sotto al Piano Triennale del Dipartimento

- Piano Triennale del Dipartimento

- Si rimanda ai verbali della Commissione ricerca per le strategie di implementazione proposte con riferimento agli obiettivi di miglioramento della qualità della ricerca, sottoposte a Giunta e Consiglio di Dipartimento

- Si rimanda ai verbali del Consiglio di Dipartimento per la concreta adozione di buone pratiche finalizzate al miglioramento della qualità della ricerca nella forma approvata 

Torna ad inizio pagina